La Bottega di Nonna Papera, una pasticceria Autism Friendly

La Bottega di nonna Papera….

Ad Elisabetta e a me è piaciuta subito…sarà per quel nome che evoca ricordi di infanzia, per il gusto delizioso con cui è stata arredata, per quell’atmosfera un po’ retrò che avverti appena varchi la soglia o per quel dolcissimo profumo di burro e zucchero che impregna l’aria…Da un po’ ci eravamo iscritte alla loro newsletter e periodicamente venivamo informate dei vari corsi che si tenevano nella pasticceria. Quando abbiamo visto quello dedicato ai teenagers non abbiamo resistito! Perché non iscrivere Luca, il figlio autistico di Elisabetta, e Matilde, mia figlia? Abbiamo coinvolto la dottoressa Monica Golin, lei avrebbe accompagnato e affiancato Luca in questa nuovissima avventura! Abbiamo chiamato la Bottega di Nonna Papera e parlato con una delle titolari spiegando le nostre esigenze…poi siamo passate in negozio per parlarne anche di persona. Non c’è stata esitazione da parte delle padrone del negozio, anzi ci hanno raccontato di avere già avuto un’esperienza simile con un altro ragazzo autistico…Quest’accoglienza così aperta e disponibile ha sicuramente creato la giusta base per un corso ben riuscito in cui Luca ha potuto, come le altre ragazzine presenti,  preparare le sue torte e interagire con le sue nuove amiche…

A volte si può essere Autism Friendly senza nemmeno accorgersene…Grazie “Bottega di Nonna Papera”!

Chiara Bortolaso

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>