Il tempo libero, nostro diritto anche quando si ha un figlio autistico

Il tempo libero, nostro diritto anche quando si ha un figlio autistico

Perchè il nostro blog mette insieme il turismo con l’autismo?

Perchè quando scopri di avere un figlio autistico la vita sembra interrompersi.

Tutte le aspettative che avevi vanno in frantumi e devi imparare a conoscere un mondo fatto di silenzi, mancanza di comunicazione, difficoltà  relazionali.
Tutto quello che ti piaceva prima non ti piace più; ti sembra di non avere più diritto di essere felice perchè tuo figlio, tu credi, non può esserlo.
Sempre di più ti distacchi dal mondo in cui vivevi senza trovare, spesso,  alcun conforto nel nuovo mondo in cui ti trovi a vivere.
In realtà  anche una persona autistica può essere felice; dobbiamo solo tutti imparare a capire in che modo.
Più di ogni altra cosa una persona autistica è una persona, ed ha bisogno di una famiglia il più possibile serena; una famiglia che la conduca verso una vita altrettanto serena,  invece di farsi essa stessa sprofondare nel dolore e nella solitudine.
Per molti di noi, prima che l’autismo entrasse nella nostra casa, le passioni erano i viaggi, i nuovi luoghi inesplorati da raggiungere, da conoscere; i ristoranti, i bar, i concerti all’aria aperta d’estate, gli agriturismi, lo sport, le mostre e mille altre cose da fare con la propria famiglia o con gli amici. Cose semplici o meno semplici, ricariche di energia positiva importanti.
Anche qui, vogliamo inondare il blog di servizi, foto, articoli, link a luoghi turistici famosi o sconosciuti.
Per far rivivere desideri, riscoprire audacia in progetti, speranza di realizzarli, fiducia.
In tutti desideriamo far rinascere il gusto della “normalità ”.
Perchè noi?
Perchè questo non è un blog che parla solo di viaggi, ricette di cucina, vacanze, musica e tutto ciò che può essere legato al turismo.
E’ un blog che, sempre, in qualsiasi istante, non dimentica cosa vuol dire vivere giorno dopo giorno con una persona autistica;
sa quanta fatica, quanto impegno e quanto sacrificio siano necessari.
E’ un blog che, fra un consiglio e l’altro, fra un itinerario nuovo e un progetto di vacanza, vi parlerà  anche di “scene di ordinaria vita quotidiana con un ragazzino autistico adolescente”: Luca, il figlio di Elisabetta.
Cercheremo di scoprire i luoghi italiani più accoglienti (autism friendly) verso i nostri figli; quelli che ci permettono di conciliare i bisogni della nostra famiglia intera.
Perchè accanto ad una persona autistica ci sono sorelle e fratelli, genitori e cugini, zii e nonni ed amici che non lo sono.
Non sono autistici, semplicemente; forse, lo speriamo, potranno trovare il nostro blog informativo e pieno di esperienze quotidiane utili per capire, ma al tempo stesso potranno trovarlo divertente,  coinvolgente e ricco di stimoli.
Buona navigazione, dunque.
E grazie per la vostra fiducia nel volerci seguire, ovunque voi siate.

Elisabetta Tonini

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>