Circuito Autism Friendly in Italy e Aps “In viaggio con te”

Ci siamo.

E’ venuto il momento, per me e Chiara, di non essere più solo due persone fisiche ad occuparsi di Autism Friendly ma di costituirci in Associazione.

Lo abbiamo fatto, scegliendo la strada dell’Associazione di promozione sociale, che ci sembra essere quella che più si adatta a quello che abbiamo cominciato a fare da un paio d’anni: promuovere, stimolare, coinvolgere la società civile in una cultura di accoglienza ed inclusione verso le persone con autismo e le loro famiglie.

Uno dei nostri scopi principali sarà quello di contribuire alla “educazione all’autismo” di chi non è “addetto ai lavori”, con corsi, seminari, incontri, semplici momenti di riflessione e scambio di idee ed esperienze.

Abbiamo iniziato a farlo con un Seminario di In-Formazione sull’Autismo diretto a quindici fra Agriturismi ed Aziende agricole del vicentino.

Il corso, tenutosi il 6 Ottobre 2014, è stato organizzato da noi e Cooperativa 85, richiesto ed ospitato da Coldiretti Vicenza e finanziato da Avepa, ente Regione Veneto. Relatori gli psicologi Gianluca Caputo, Giovanni Ippolito,  Raffaele Ettrapini, Sabrina Urbani; e la nostra Associazione, presente per portare il punto di vista delle famiglie e della società normalmente “non esperta”.

Nella foto, oltre agli psicologi, l’Assessore alla Comunità e alla Famiglia di Vicenza, dott.ssa Isabella Sala, il Presidente di Coldiretti Vicenza, dr. Martino Cerantola ed il VicePresidente nazionale di Terranostra, dr. Diego Scaramuzza, presenti per un saluto ed un vivo incoraggiamento al progetto formativo.

unnamed (1) 2

Schermata 02-2457071 alle 19.09.17

E’ stato il primo ufficiale di tanti che faremo, in modo personalizzato e diverso a seconda delle esigenze di una struttura alberghiera o di un bar, di un ospedale o di un parrucchiere, di una pizzeria o di un supermercato.

Se volete vedere il video del corso cliccate qui.

Schermata 02-2457071 alle 19.11.36

Schermata 02-2457071 alle 19.10.42

Scriveteci, invece, se volete informazioni su quando e dove sarà effettuato il prossimo corso!

Le strutture che apparterranno al Circuito Autism Friendly in Italy avranno la garanzia della nostra Associazione, che di volta in volta coinvolgerà psicologi, educatori ed operatori in un dialogo costruttivo per una più approfondita e diffusa conoscenza dell’autismo e di come essere accoglienti nella maniera giusta.

Vi aggiorneremo strada facendo sugli sviluppi della nostra Associazione.

Alleghiamo i nostri Atto Costitutivo e Statuto, per chi fosse interessato.

Per prima cosa l’oggetto dell’Associazione, che spiega ciò che ci proponiamo di fare,  poi tutto il testo integrale.

Art.3

OGGETTO

L’Associazione nasce prevalentemente ma non esclusivamente per creare e realizzare e/o selezionare e promuovere progetti rivolti al miglioramento della qualità di vita delle persone con autismo e delle loro famiglie nel tempo libero, in vacanza, durante i viaggi. 

L’Associazione si farà portavoce e diffusore delle esigenze delle persone

con autismo e dei loro familiari con contatti, sollecitazioni e richieste di finanziamenti o endorsement alle Istituzioni locali, nazionali o internazionali e la diffusione e promozione di un “Circuito Autism Friendly” in Italia ed all’estero. 

Per perseguire gli scopi sociali l’Associazione si propone di :

a) Contattare, sensibilizzare, formare all’accoglienza e coinvolgere in un “Circuito Autism Friendly”, tramite Convenzioni/Collaborazioni/Partnership o altro, strutture turistiche e commerciali italiane e non (non solo alberghi, agriturismi, bar, ristoranti, pasticcerie, negozi, supermercati, centri commerciali, piscine, associazioni sportive ecc. ma anche: tour operators, agenzie viaggi, accompagnatori turistici, guide turistiche ecc.); 

b) Contattare, selezionare e coinvolgere in un “Circuito Autism Friendly”, tramite Convenzioni/Collaborazioni/Partnership o altro, educatori, psicologi, operatori, terapisti e altro esperti di autismo;

stimolando e creando così una rete di collaborazione tra esperti di turismo e/o di servizi commerciali ed esperti di autismo e dando alle famiglie di persone con autismo un aiuto concreto nell’orientamento e nella scelta di luoghi dove essere accolti in modo consapevole e professionale e/o con progetti idonei e specificatamente pensati per le loro esigenze; l’Associazione si fa altresì garante del rispetto degli standard di qualità nell’accoglienza o nei servizi offerti dagli aderenti al Circuito, mediante il costante contatto personale con le strutture ed un approfondito e serio servizio di recensioni finali delle famiglie, per monitorare il costante e/o progressivo miglioramento del servizio Autism Friendly.

Arrivederci a tutti! 

Schermata 01-2457046 alle 17.15.41

Associazione “In viaggio con te”

ATTO COSTITUTIVO

L’anno 2014 il giorno 23 del mese di Luglio, in Vicenza, Via btg. Vestone, 5,si sono riuniti i Signori:

1 Elisabetta Tonini, C.F. TNNLBT64H70A944Z

residente in Costabissara (Vi), Via Montegrappa 71/G;

2 Maria Chiara Bortolaso, C.F. BRTMCH68E58L840Q

residente in Costabissara (VI), Via Vicenza, 69;

3 Gino Bortolaso, C.F. BRTGNI32E02L840T,

residente in Costabissara (Vi) via Crispi, 13;

4 Ferdinando Tonini, C.F. TNNFDN33H12F637P,

residente in Vicenza, Via Facchinetti, 18;

5 Carlo Vellere, C.F.VLLCRL64S14L840S,

residente in Vicenza, Galleria S. Lorenzo, 9.

I medesimi stipulano e convengono quanto segue:

1. E’ costituita fra essi un’Associazione denominata “In viaggio con te”; l’Associazione ha sede in VICENZA, Via battaglione Vestone, 5.

2. L’Associazione è apartitica; esclude scopi di lucro; ha durata illimitata.

3. L’Associazione, regolata dall’art.36 del Codice Civile, dalle norme del capo III libro I del C.C. e dalle norme contenute nel presente statuto.

4. Il primo Consiglio Direttivo è costituito dai signori Elisabetta Tonini, Chiara Bortolaso, Gino Bortolaso, Ferdinando Tonini e Carlo Vellere.

5. In sede di prima nomina, le cariche sociali sono così attribuite:

- Presidente e Legale Rappresentante: Signora Elisabetta Tonini

- Vice Presidente: Signora Chiara Bortolaso

- Segretario: Signor Gino Bortolaso

6. I membri del Consiglio Direttivo, il Presidente, il Vice Presidente e il Segretario come sopra nominati, restano in carica 3 anni e saranno alla scadenza sostituiti o confermati con le procedure elettive stabilite dallo statuto allegato.

7. Le spese di registrazione del presente atto costitutivo e statuto sono a carico dell’Associazione.

Letto, confermato e sottoscritto:

Vicenza, 23/07/2014

Il Presidente__________________________________

Il Vice Presidente_____________________________

Il Segretario__________________________________

Altri soci fondatori___________________________

___________________________

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “IN VIAGGIO CON TE”

Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO

Art.1

E’ costituita l’Associazione denominata “In viaggio con te”

L’Associazione ha sede in Vicenza, in via battaglione Vestone, 5, ed ha durata illimitata salvo delibera assembleare di scioglimento. Il trasferimento della sede sociale non comporta modifica statutaria.

Art. 2

L’Associazione è apartitica, senza fini di lucro, opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale, attenendosi ai principi di democraticità della struttura, nel pieno rispetto della dignità e libertà degli associati così come previsto dalla Legge n.383/2000. 

Lo spirito e la prassi dell’associazione trovano origine nel rispetto dei principi della Costituzione Italiana che hanno ispirato l’Associazione stessa e si fondano sul pieno rispetto della dimensione umana, culturale e spirituale della persona. 

Art.3

OGGETTO

L’Associazione nasce prevalentemente ma non esclusivamente per creare e realizzare e/o selezionare e promuovere progetti rivolti al miglioramento della qualità di vita delle persone con autismo e delle loro famiglie nel tempo libero, in vacanza, durante i viaggi. 

L’Associazione si farà portavoce e diffusore delle esigenze delle persone

con autismo e dei loro familiari con contatti, sollecitazioni e richieste di finanziamenti o endorsement alle Istituzioni locali, nazionali o internazionali e la diffusione e promozione di un “Circuito Autism Friendly” in Italia ed all’estero. 

Per perseguire gli scopi sociali l’Associazione si propone di :

a) Contattare, sensibilizzare, formare all’accoglienza e coinvolgere in un “Circuito Autism Friendly”, tramite Convenzioni/Collaborazioni/Partnership o altro, strutture turistiche e commerciali italiane e non (non solo alberghi, agriturismi, bar, ristoranti, pasticcerie, negozi, supermercati, centri commerciali, piscine, associazioni sportive ecc. ma anche: tour operators, agenzie viaggi, accompagnatori turistici, guide turistiche ecc.); 

b) Contattare, selezionare e coinvolgere in un “Circuito Autism Friendly”, tramite Convenzioni/Collaborazioni/Partnership o altro, educatori, psicologi, operatori, terapisti e altro esperti di autismo;

stimolando e creando così una rete di collaborazione tra esperti di turismo e/o di servizi commerciali ed esperti di autismo e dando alle famiglie di persone con autismo un aiuto concreto nell’orientamento e nella scelta di luoghi dove essere accolti in modo consapevole e professionale e/o con progetti idonei e specificatamente pensati per le loro esigenze; l’Associazione si fa altresì garante del rispetto degli standard di qualità nell’accoglienza o nei servizi offerti dagli aderenti al Circuito, mediante il costante contatto personale con le strutture ed un approfondito e serio servizio di recensioni finali delle famiglie, per monitorare il costante e/o progressivo miglioramento del servizio Autism Friendly.

Titolo II I SOCI

Art. 4

Possono essere soci dell’Associazione tutti coloro che ne condividono le finalità ed i principi ispiratori, ne accettino lo Statuto e intendano partecipare all’attività associativa. L’Associazione fissa i criteri generali e le modalità di ammissione dei Soci.

L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Consiglio Direttivo.

Art. 5

La qualifica di socio si ottiene al momento dell’ammissione all’Associazione, che viene deliberata dal Consiglio Direttivo nella sua prima seduta successiva alla presentazione della domanda di ammissione. I soci potranno essere “ORDINARI” se trattasi di genitori/familiari di persone con autismo o “SOSTENITORI” per tutte le altre persone fisiche o giuridiche che desiderano associarsi.

Art. 6

Tutti i soci hanno diritto di partecipare alla vita associativa.

Art. 7

I soci hanno l’obbligo di osservare lo Statuto, di rispettare le decisioni degli Organi dell’Associazione, di corrispondere le quote associative. Non è ammessa la trasferibilità e la rivalutazione delle quote e dei relativi diritti.

Le prestazioni fornite dai soci sono a titolo gratuito. Ai soci possono essere rimborsate le spese e pagati compensi, preventivamente stabiliti dal Consiglio Direttivo.

Art. 8

La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni, espulsione, morosità e mancato rinnovo annuale del tesseramento all’ente di affiliazione dell’Associazione.

Il socio può essere espulso quando ponga in essere comportamenti che provocano danni materiali e/o morali all’Associazione, alla sua immagine e alle sue attività.

La morosità interviene quando il socio non versa la propria quota associativa annuale entro un mese dalla data di scadenza stabilita dal Consiglio Direttivo e resta inadempiente anche dopo l’ulteriore termine ingiuntogli dallo stesso Consiglio Direttivo.

La morosità e l’espulsione sono deliberate dall’Assemblea su proposta dei Consiglio Direttivo dopo aver ascoltato il socio interessato. Si applicano le eventuali procedure arbitrali

Art. 9

La perdita, per qualsiasi causa, della qualità di socio non dà diritto alla restituzione di quanto versato all’Associazione.

Titolo III L’ASSEMBLEA

Art. 10

Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente.

Art. 11

L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano dell’Associazione. E’ convocata dal Presidente, in via ordinaria, almeno una volta l’anno e comunque entro il 30 aprile di ciascun anno per l’approvazione del rendiconto dell’anno precedente e per affrontare le problematiche più rilevanti per la vita dell’Associazione, anche in riferimento alle finalità educative che l’Associazione si prefigge. E’ comunque convocata ogni volta che il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno, ovvero quando venga fatta richiesta da almeno un terzo dei soci, purché in regola con i versamenti delle quote associative.

Art. 12

La convocazione dell’Assemblea deve essere effettuata almeno otto giorni prima della data della riunione mediante comunicazione scritta ai soci e affissione dell’avviso in maniera ben visibile nei locali in cui sono svolte le attività associative o mediante convocazione informatica tramite e-mail e pubblicazione nel sito internet dell’associazione. L’avviso di convocazione deve contenere il giorno, l’ora ed il luogo della prima e della seconda convocazione, nonché l’ordine del giorno.

Art. 13

Possono intervenire all’Assemblea, con diritto di voto, tutti i soci, purché in regola con il pagamento delle quote associative. Ogni socio ha diritto ad un solo voto e potrà farsi rappresentare, con delega scritta, da altro socio. Ogni socio può essere portatore di una sola delega.

Art. 14

In prima convocazione l’Assemblea è validamente costituita con la presenza della maggioranza assoluta dei soci, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci presenti. Tra la prima e la seconda convocazione deve intercorrere almeno un’ora.

Le delibere sono adottate a maggioranza dei presenti, salvo quanto disposto dall’art. 15 comma 2.

Art. 15

L’Assemblea dei soci approva annualmente il rendiconto dell’esercizio precedente che coincidente con l’anno solare (01/01 – 31/12): ogni 3 anni elegge il Consiglio Direttivo, fissandone il numero dei componenti che non potranno essere meno di tre; delibera su ogni argomento sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo; delibera i provvedimenti di espulsione proposti dal Consiglio Direttivo.

Le modifiche statutarie sono deliberate dall’Assemblea con il voto favorevole di almeno la metà dei soci, mentre lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio è deliberato con il voto favorevole di almeno due terzi dei soci.

Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità, per estratto, mediante

affissione nella sede sociale.

Titolo IV

IL CONSIGLIO DIRETTIVO E IL PRESIDENTE

Art. 16

lì Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione. Esso è composto da un minimo di tre membri; tutti i componenti durano in carica 3. anni e possono essere rieletti.

I membri del consiglio direttivo dovranno essere tutti maggiorenni. Il Consiglio Direttivo, oltre alla tenuta dei libri prescritti dalla legge, sarà tenuto all’aggiornamento del libro verbali delle assemblee, del libro verbale delle adunanze del Consiglio Direttivo, nonché del libro degli aderenti all’associazione.

Art. 17

Il Consiglio Direttivo è dotato dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione. Spetta inoltre al Consiglio direttivo:

a) stabilire annualmente il calendario delle attività associative

b) fissare la data dell’assemblea annuale;

c) redigere il rendiconto annuale;

d) predisporre la relazione dell’attività svolta;

e) assicurare un corretto uso delle strutture e degli strumenti tecnici di cui l’Associazione si avvale per le proprie attività;

f) adottare le misure necessarie allo svolgimento dell’attività dell’Associazione;

g) attuare le deliberazioni dell’Assemblea;

h) proporre all’Assemblea l’espulsione di soci;

i) formulare il Regolamento per il funzionamento dell’Associazione, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea.

Art. 18

lì Presidente è il portavoce dell’Associazione; è eletto dal Consiglio Direttivo tra i propri membri, dura in carica quanto il Consiglio Direttivo stesso e può essere rieletto. Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione e a lui potranno essere delegati parte dei poteri spettanti al Consiglio Direttivo. Compete al Presidente convocare e presiedere l’Assemblea e il Consiglio Direttivo.

Nell’ambito del Consiglio Direttivo potranno essere eletti uno o più Vice Presidenti, di cui uno designato Vicario, ed un Tesoriere.

Art. 19

Qualora durante il mandato vengano a mancare uno o più consiglieri si procederà alla sostituzione facendo subentrare i primi non eletti, che rimarranno in carica fino alla scadenza del mandato del consigliere sostituito. Il Consiglio Direttivo si considera decaduto quando vengano a mancare i due terzi dei componenti. In questo caso l’Assemblea, convocata dai membri ancora in carica, eleggerà i nuovi componenti del Consiglio Direttivo.

Art. 20

Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta all’anno ovvero ogni qual volta il Presidente lo riterrà necessario.

Le cariche direttive sono a titolo gratuito.

Titolo V

IL PATRIMONIO

Art. 21

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote associative e di iscrizione versate dai soci, da eventuali contributi di privati o di enti pubblici e da eventuali beni acquisiti in proprietà dall’Associazione. E’ sancita la non trasmissibilità delle quote associative, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte, e la loro non rivalutabilità.

Art. 22

L’esercizio sociale ha durata annuale, dal 1 Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno. Il Consiglio Direttivo dovrà predisporre il rendiconto annuale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea entro tre mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale. Il rendiconto dovrà essere depositato presso la sede sociale, dove potrà essere liberamente visionato dai soci.

Art. 23

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato, su proposta dei Consiglio Direttivo, dall’Assemblea dei soci, con le maggioranze previste dal l’art. 15, secondo comma.

Con la stessa modalità sono nominati i liquidatori. L’eventuale patrimonio residuo sarà devoluto ad enti con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità individuati dall’Assemblea dei soci, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 24

Per le attività commerciali eventualmente esercitate l’associazione opterà per il regime fiscale agevolato della legge 398/91 in materia di imposte dirette ed indirette.

Titolo VI

NORME FINALI

Art. 25

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si fa riferimento agli eventuali regolamenti interni, nonché alle vigenti norme in materia di associazionismo.

Vicenza, 23 Luglio 2014

I soci fondatori

Elisabetta Tonini

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>